Newsblog

lo stress dell'esame

Lo stress dell’esame o delle verifiche.


Comincio a sentire, come ogni anno, soprattutto in questo periodo, i genitori che raccontano della situazione stressante a casa loro perché il figlio o la figlia è sotto esami, pieno di verifiche. Si sente anche che i ragazzi parlano di stress, frustrazione, e si sentono nervosi......

Tanti ragazzi si sentono stressati per diversi motivi:


- devono ancora recuperare qualche insufficienza.

- I genitori gli continuano ripetere che devono studiare ed impegnarsi di più. (Chiaramente con delle buone intenzioni, ma spesso i ragazzi non lo percepiscono )

- Dicono che il loro futuro dipende da questo diploma...

- Gli insegnanti che confermano la stessa cosa.

- I ragazzi sono convinti che gli insegnanti non siano in grado di insegnare la materia.

- I ragazzi che credono di essere giudicati in modo negativo dagli insegnanti, già prima di fare l’esame o la verifica. “Non ci credono” “ Ce l’ha con me...”

- Ci sono ragazzi che studiano tantissimo e poi.....durante l’esame o la verifica manifestano lo stress... e si innesca il cosiddetto blocco mentale.

E probabilmente ci sono ulteriori motivi da aggiungere, poichè per ogni persona ne puo’ esistere uno individuale.

Si parla tanto su come gestire lo stress. Non esiste una formula che vale per tutti, perché non esiste nemmeno un ragazzo o ragazza uguale all’altro, che studia e apprende in modo uguale, con situazioni familiari uguali, con gli stessi interessi, o gli stessi insegnanti....etc.

Eppure ognuno di noi può cambiare questa situazione, in modo da affrontare gli esami e le verifiche in modo tranquillo, equilibrato, più sicuro, più aperto, in uno stato pieno di risorse.

Comincio a darvi qualche consiglio con cui potete iniziare a cambiare, lavorare diversamente, sentirvi allora più tranquilli;

1) cerca di ricordare in che modo ti prepari, studi e fai l’esame o la verifica di una materia che ti PIACE!! Nota cosa fai. Come ti siedi? Cosa ti dici, prima di iniziare, durante e dopo? Ascolti magari la musica? Come respiri? Etc.....
Poi nota come lo fai quando devi preparare un esame di una materia in cui ti senti sotto stress, o una materia in cui pensi di “bloccarti”. Fatti le stesse domande e nota le differenze.

Adotta le strategie che utilizzi quando prepari una materia in cui sei piu’ a tuo agio anche per le materie in cui trovi piu’ difficoltà . Siediti nello stesso modo, respira in modo simile. Comincia a studiare dicendo le stesse cose Etc...

2) Studia per + 40 minuti e poi fai 10 minuti di pausa. Hanno scoperto che durante una pausa è piu’ utile per la concentrazione, muoversi, fare un’attività fisica di qualsiasi tipo, per esempio giocare a palla, camminare o ballare, piuttosto che fare una pausa passiva dove per esempio guardi la TV o giochi ai Videogames.

3) Mangia in maniera corretta, con alimenti che ti diano più energie.

Gli zuccheri (biscotti, bibite come Ice Tea, cola, fanta, redbull...) ti danno solo un picco di energia molto breve MA poi successivamente un calo di energia enorme.
Consiglio di mangiare regolarmente la frutta, durante i pasti consuma tante verdure. Bevi soprattutto acqua, te verde.

4) Prima e durante il periodo d’esame, cerca di dormire un numero sufficiente di ore e in maniera regolare. Tieni il ritmo della giornata, sveglio durante il giorno e dormi durante la notte. Sembra una cosa ridicola, ma molti ragazzi vanno a dormire molto tardi e dormono fino a mezzogiorno. Hanno dormito sicuramente abbastanze ore, ma cio’ non è sufficiente per il bioritmo e di conseguenza per l’energia giornaliera.

5) Vuoi il perfezionismo? Concentrati su migliorare, fare progressi invece che sul perfezionismo. È molto più facile, motivante e realistico. Controlla, dove nel passato hai sbagliato e prova a capire cosa puoi fare di diverso. È solo questo che da progressi.


Voglio comunque aggiungere qualcosa per i genitori.

Quando volete dare consigli, indicazioni, rimproveri, prediche etc ai vostri figli, provate ad immedesimarvi nella loro situazione e provate a sentire il vostro discorso. Era un discorso motivante?, ha veramente l’effetto di quello che volete dire?


Immaginatevi di osservare dall’esterno il vostro discorso con il figlio o la figlia come se fosse un documentario. Quale consiglio vorreste dare a voi stessi, per ottenere il risultato che volete!?

Ecco un’ inizio per migliorare, per cambiare qualcosa, per iniziare.

stress.jpeg
Solo così otterrete un risultato diverso da quello che avete ottenuto fino ad ora.

Come sempre sono volentieri a disposizione per rispondere alle vostre domande e a leggere i vostri commenti.

Vi saluto fino al prossimo post

Harriët Gijsbers Erkelens

Life e Mental Coach

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

logo